Notiziario n. 4 del 2019

Di seguito sommario e sintesi dei comunicati stampa e articoli, pervenuti in redazione, che saranno pubblicati in versione integrale nel notiziario n. 4-2019.

Gli articoli da pubblicare dovranno essere inviati a angetpresidenza@libero.it oppure a redazioneanget@gmail.com


Vita associativa


Delegazione Lombardia

Si è tenuto a Como il 38° raduno Interarma organizzato quest'anno dalla locale sez. Ass. Bersaglieri che ha avuto un notevole successo di partecipazione e di presenze con l'intervento di ben due fanfare (Como e Firenze). Anche l'ANGET ha avuto un notevole successo di partecipazione,   ad elevare il numero dei partecipanti hanno contribuito con la loro presenza le sez. ANGET di Valle Intelvi, Varallo Pombia e Verbania.

 

 

E' da segnalare l'attività culturale del socio giornalista Giuseppe Longo il quale, a Termini Imerese, lontana ma sempre sotto l'egida di ANGET Como, come si può notare nella locandina, ha organizzato una speciale conferenza in occasione del 80° anniversario dell'inizio della Seconda Guerra Mondiale, riscuotendo notevole successo tra Autorità e popolazione.


Cerimonia Cerimonia Cerimonia Cerimonia Cerimonia

Alcuni momenti del raduno.


Gruppo Nazionale Specialità Pontieri

Piacenza, 28 ottobre 2019.

Una rappresentanza di ANGET del Gruppo della Specialità Pontieri ha presenziato all'esercitazione "Argo" svoltasi in Piacenza presso l'area addestrativa dello Scalo Pontieri.
L'esercitazione "Argo", presentata dal comandante del 2° Reggimento genio pontieri, Col. Salvatore Tambè, prende il nome dalla mitica nave degli argonauti che partirono alla ricerca del vello d'oro, simbolo che rappresenta i ponti galleggianti motorizzati impiegati dal Reggimento.

L'esercitazione è inserita nell'ambito dell'esercitazione "Atlante" che abbraccia più regioni dell'Italia. Sono impiegati numerosi reparti dell'Esercito, delle varie Armi e Specialità.
Il tutto si è svolto alla presenza del comandante del Genio, Gen.B. Francesco Bindi.

Giovanni La Porta.

Gen.Francesco Bindi Gen.Francesco Bindi Gen.Francesco Bindi

Il Gen.B. Francesco Bindi e la rappresentanza del Gruppo Specialità Pontieri.


Sezione di Roma Sud

Nel periodo dal 27 al 30 settembre, la sezione di Roma Sud, ha organizzato una gita in Campania, Basilicata e Puglia. Sono state visitate le città  di:

- Amalfi, con la sua splendida Cattedrale di Sant'Andrea, di epoca arabo-normanna, caratterizzata da una facciata bizantina a righe e la sua bellissima linea costiera;

- Torre Canne, le sue terme sono utilizzate dalla metà dell'800;

- Alberobello, noto per i suoi trulli, bianche costruzioni coniche in pietra, che dal 1996 sono tutelate dall'UNESCO quali patrimonio dell'umanità

- Locorotondo, città conosciuta per i suoi vini e per il suo centro storico a forma tonda, da cui deriva il suo nome, che significa "luogo rotondo". È stato infatti costruito su una pianta circolare con strade concentriche strette e con bianche case a schiera.

La bellezza del centro storico di Locorotondo è rappresentato dal suo labirinto vicoli, con case dagli insoliti tetti spioventi chiamati localmente "cummerse", una caratteristica tipica del centro storico di Locorotondo.

- Matera, al centro di un incredibile paesaggio rupestre che conserva un grande patrimonio di cultura e tradizioni, ed è sede di eventi espositivi di grande prestigio.

- Ostuni, borgo medievale meraviglioso, ricco di stradine e abitazioni imbiancate con la calce, che ricorda una casbah araba.

Hanno partecipato n. 58 soci e tutti sono rimasti soddisfatti dell'organizzazione. .

Damiano Rosati.

Alberobello

I soci di Roma Sud ad Alberobello.

Vallerano, 2 novembre 2019.

La sezione ANGET di Roma sud ha organizzato una gita a Vallerano in occasione della Festa della castagna. Hanno partecipato 55 soci.

Vallerano è un caratteristico borgo della Tuscia viterbese. In occasione della “Festa della castagna” vengono organizzati molteplici eventi culturali legati alla tradizione del celebre prodotto DOP del territorio.

Damiano Rosati.

Vallerano

I soci di Roma Sud a Vallerano.


Sezione Versilia (Capezzano Pianore)

Il 16 settembre la Sezione Versilia ha voluto ricordare, con una significativa Cerimonia, l’olocausto del Sottotenente del Genio MBVM Amedeo Andrea PEANO, cui è intitolata la Sezione, trucidato nel 1944 a Pietrasanta con altre persone, in un rastrellamento delle SS tedesche a pochi giorni dall’eccidio di S. Anna di Stazzema e a pochi chilometri dalla stessa località.

La strage di civili dell’Osterietta è uno dei tanti episodi di violenza compiuti dai nazisti nei giorni immediatamente precedenti la liberazione della piana versiliese da parte delle truppe americane.

 

Lapide Peano

Lapide a memoria della strage di civili dell’Osterietta.


Sezione di Villa Vicentina

Fiumicello Villa Vicentina, 14 settembre 2019.

Nel piazzale antistante il cimitero di Fiumicello, si è svolta la cerimonia commemorativa per i caduti e dispersi di Fiumicello in divisa austro-ungarica nella prima guerra mondiale.
L’evento ha lo scopo di onorare quei soldati friulani morti con la divisa austroungarica in quanto residenti in comuni ,a suo tempo appartenenti all'impero e richiamati il 28 luglio 1914 a vestire la divisa dell’Impero d’Austria - Ungheria, la maggior parte inviati in Galizia o in Serbia.
La sezione ANGET “Monte Vodice” ha partecipato con una rappresentanza e il labaro.

 


Un momento della cerimonia Un momento della cerimonia

20 - 22 Settembre, Ferrara di Monte Baldo (VR).

La delegazione UNUCI Veneto Trentino Alto Adige ha organizzato la gara internazionale di marcia orientamento e tiro.
la 32^ edizione denominata "Veneto 2019" si è svolta dal 20 al 22 Settembre a Ferrara di Monte Baldo (VR).
A tale competizione ha partecipato, come collaboratore, il geniere Bottaro Massimo della sezione “Monte Vodice” contribuendo attivamente al buon esito della gara.

 


Alcuni partecipanti alla gara Alcuni partecipanti alla gara

Il giorno 21 e 22 Settembre u.s., i genieri della compagnia genio di Palmanova, si sono riuniti per il loro secondo raduno. Il presidente e il segretario della sezione ANGET di Villa Vicentina, invitati al raduno, hanno condiviso la manifestazione con i genieri di Palmanova.


Foto di gruppo


Sezione di Trani

Caserta, 24 e 25 giugno 2019.

Sono stati circa duemila i genieri e trasmettitori che il 24 ed il 25 giugno hanno popolato la città di Caserta per il 40° Raduno Nazionale dell’ANGET.

Contemporaneamente, nella piazza antistante la Reggia, è stata celebrata la Festa dell’Arma del Genio. Al raduno hanno partecipato, oltre alle autorità militari e civili, anche tantissimi rappresentanti delle varie Sezioni dell’ANGET, tra cui una folta rappresentanza della Sezione di Trani.

Foto di gruppo

 

Benevento,07 settembre 2019.

Una larga rappresentanza di soci della Sezione “ANGET” di Trani, ha partecipato ad una gita socio-culturale a Benevento.

I partecipanti hanno prima visitato lo stabilimento del liquore Strega e hanno ascoltato una descrizione molto interessante sulla ricetta e sui metodi produzione. Successivamente, i partecipanti hanno visitato la città di Benevento e in particolare il Centro Storico, che, oltre alla bellissima Chiesa di Santa Sofia , custodisce anche lo storico Arco di Traiano.
L’ultima tappa è stata la città di Pietrelcina, nota per aver dato i natali a Padre Pio.


Foto di gruppo


Nucleo di Avellino

Si è costituito il nucleo di avellino del 232 Rgt. nella caserma Gen. G. Berardi sita in viale Italia 54.
Il referente del nucleo è il M.llo. Rosario Gaudino
I nuovi iscritti sono tutti militari .
Prossimamente avverrà la costituzione della sezione.



Sezione di Catania

Sabato 12 ottobre 2019.

presso la sezione UNUCI di Catania, si è svolto il consiglio regionale della delegazione regionale ANGET Sicilia.

Durante il consiglio è stata consegnata la bandiera alla sezione ANGET di Catania.

Sezione di Catania Sezione di Catania


Sezione di Napoli

Roma, 4 ottobre 2019.

Il giorno 4 ottobre 2019, nella sala Giulio Cesare dell'Istituto Storico di Cultura dell'Arma del Genio (ISCAG) ha avuto luogo la 5^ edizione del Premio “Mario Fiore” dedicato ai “Giovani, Comunicazioni, Futuro. Il premio consiste in una targa consegnata a personalità meritevoli, civili e militari, che si sono particolarmente distinti in diversi ambiti professionali (ricerca, cultura, musica, sport, giornalismo, volontariato, imprenditoria e ovviamente Forze Armate) rispondendo all'esigenza di raccordo tra il mondo militare e quello civile.



 

San Giorgio a Cremano, giovedì 17 ottobre.

Nella luminosa e accogliente struttura del Palaveliero di San Giorgio a Cremano, giovedì 17 ottobre, si è tenuta la XXIII edizione della manifestazione “Giovani e Futuro”. Si tratta di un convegno per l’orientamento dei giovani alle carriere nei Corpi dello Stato. Erano infatti presenti all’evento centinaia di studenti di scuole medie e superiori. La manifestazione è stata organizzata dal Lions Club S. Giorgio a Cremano Host e dall’ANGET (Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori d’Italia).

Adriano Esposito.


Sezione di San Bonifacio

San Bonifacio 29 ottobre 2019.
La sezione di San Bonifacio, il giorno 22 settembre, con un folto gruppo di angetini, si è recata a Dozza (BO) per una visita allo stupendo Borgo.

Eletto tra i 100 Borghi più belli d’Italia, un vero e proprio museo a cielo aperto, in cui si possono ammirare oltre un centinaio di MURALES realizzati da nomi prestigiosi dell’arte contemporanea.
E' stata d’obbligo una visita alla basilica di Sant'Apolinare in Classe. La basilica è inserita, dal 1996, nella lista dei siti italiani patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, all'interno del sito seriale "Monumenti paleocristiani di Ravenna".

Dozza

I soci di San Bonifacio a Dozza (BO)


Sezione di Civitavecchia

Civitavecchia, 4 novembre 2019.
Celebrati il Giorno dell'Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate.

Alla presenza del Gonfalone della Città di Civitavecchia, decorato di Medaglia d’Oro al Merito Civile, il sindaco, Avv. Ernesto Tedesco, ed il capo di Stato Maggiore del Centro di Simulazione e Validazione dell'Esercito, Col. Luca Apolloni, hanno deposto una corona di alloro in ricordo di tutti i caduti di ogni tempo.

ANGET Civitavecchia ANGET Civitavecchia

La rappresentanza ANGET.


Sezione di Roma Nord

Cesano, 4 novembre 2019.
Una celebrazione molto sentita e molto partecipata quella organizzata dall’Associazione Massa Caesarea Eventi, una vera e propria Festa dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate che si è tenuta lunedì 4 novembre a CESANO di ROMA, davanti al monumento ai caduti nel Borgo Storico. Hanno partecipato alla cerimonia rappresentati del Municipio Roma XV, della locale Scuola di Fanteria, Enti ed Associazioni del Territorio, in particolare le Associazioni del Fante, del Genio e Trasmissioni, dei Carabinieri, dei Sottufficiali e della Polizia di Stato che, con i loro Medaglieri e Labari, hanno dato vita alla cerimonia.

ANGET Civitavecchia ANGET Civitavecchia

Le rappresentanze ANGET e del municipio



Cronache dai reparti


Comando delle Trasmissioni

 

Roma, venerdì 12 luglio 2019.

Si è svolta nella sede della Comando Trasmissioni, la cerimonia di avvicendamento tra il Gen. B. Luigi CARPINETO (cedente) ed il Gen. B. Stefano FRANCESCONI.
Alla cerimonia, presieduta dal Gen. C. A. Giuseppenicola TOTA, Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, ha partecipato, oltre al personale del Comando Trasmissioni, il Gonfalone della città di Roma, decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare, il Medagliere ed il Presidente dell’Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori d’ITALIA ed una rappresentanza di alcune associazioni combattentistiche e d’Arma presenti sulla piazza di Roma.
A premessa dell’avvicendamento del Comandante delle Trasmissioni, la cerimonia militare ha visto l’altrettanto significativa celebrazione della sostituzione del drappo della Bandiera di Guerra dell’Arma delle Trasmissioni, eseguita dal Col. Vincenzo ISCARO, Comandante della Scuola delle Trasmissioni e Informatica e custode della stessa.
La cerimonia ha visto schierato un Reggimento di Formazione su due Battaglioni costituiti da tutte le diverse “anime” del Comando Trasmissioni, dai Reggimenti di Supporto Nazionale a quelli di supporto alla Manovra, dalla Scuola delle Trasmissioni e Informatica al neo costituito Reparto di Sicurezza Cibernetica.
Dopo oltre quattro anni di comando, della Brigata Trasmissioni prima e del Comando Trasmissioni dalla sua costituzione (1 gennaio 2017) il Gen. B. CARPINETO lascia l’incarico per andare a guidare il VI Reparto Sistemi C4I dello Stato Maggiore dell’Esercito.
Il Gen. B. FRANCESCONI, subentrato in Comando, proviene dal VI Reparto dello Stato Maggiore dell'Esercito, dove ha ricoperto l’incarico di Capo Ufficio Piani e Coordinamento Risorse C4I.
L’ANGET, ed in particolari gli ex trasmettitori, hanno formulato al Gen. B. CARPINETO i migliori auguri per il futuro incarico ed un grazie di cuore per l’attenzione sempre dimostrata per il nostro SODALIZIO. Al nuovo Comandante delle Trasmissioni Gen. B. FRANCESCONI, oltre ai rallegramenti per il futuro incarico, giungano i voti di un “buon Comando” da tutti gli ANGETINI.

 


Predisposizione

Il Gen. B. CARPINETO (al centro) tra il presidente nazionale ANGET Gen.C.A. Carlo Mittoni e il vicepresidente Col. Nicolino
PALLOTTA.

Predisposizione

Il Gen. B. CARPINETO (cedente, a sinistra) e il Gen. B. Stefano FRANCESCONI (subentrante).

 


2° rgt genio guastatori alpino

 

Trento, 25 ottobre 2019. E’ appena terminato un addestramento congiunto tra i genieri della Brigata Alpina Julia ed il Corpo Militare Volontario Della Croce Rossa Italiana del comparto Nord-Est, che hanno condotto tre giorni di attività preparatorie e propedeutiche alla cooperazione delle due Istituzioni, impegnate sia nell’ambito militare che civile.
L’addestramento si è svolto presso la base addestrativa “Paolo Caccia Dominioni” di Roverè Della Luna, un polo di preparazione multifunzionale delle Truppe Alpine ed ha visto sviluppate lezioni reciproche e sessioni combinate, riguardanti: la familiarizzazione con l’armamento in dotazione, movimento tattico in ambiente aperto boschivo e compartimentato, la navigazione sul terreno e topografia, il soccorso medico basico ed avanzato, simulando attività in ambiente di diverso scenario, tattico ed emergenziale di Protezione Civile ed informative sul comportamento in presenza di ordigni esplosivi di varia natura.

Magg.g.(gua.) Matteo Boschian Bailo.

 


Attività Attività

Alcune fasi dell'attività.


3° rgt genio guastatori

 

Udine, 27 settembre 2019. Si è svolta nella mattinata di venerdì 27 settembre 2019, presso la Caserma M.O. “G. B. Berghinz” di Udine, la cerimonia militare di avvicendamento al comando del 3° reggimento Genio Guastatori. Il Colonnello Riccardo Maria Renganeschi, dopo tre anni alla guida del Reggimento, ha passato le consegne al Colonnello Antonio D’Agostino.

Dal Comunicato stampa.

 


Predisposizione

A sinistra il Col. D'Agostino, a destra il Col. Renganeschi.

A seguire, alcuni momenti della cerimonia

Predisposizione Predisposizione Predisposizione Predisposizione Predisposizione Predisposizione

8° rgt genio guastatori

 

Legnago 25 settembre 2019.

In settembre una delegazione di cadetti dell’Accademia ungherese è stata ospitata presso la caserma “Donato Briscese” in Legnago (VR) sede dell’8° Reggimento Guastatori Paracadutisti “Folgore”.
I giovani allievi ufficiali, effettivi al Battaglione addestrativo “Ludovika”, nell’intensa quattro giorni italiana hanno portato al termine un percorso rievocativo e commemorativo, già iniziato nel 2015, ripercorrendo le tappe più significative del primo conflitto mondiale e visitando i luoghi italiani in cui i propri connazionali si batterono valorosamente più di un secolo fa (museo di Caporetto, Sacrario di Redipuglia, cimitero austro-ungarico di Palmanova, ossario del Grappa, ecc).

Magg. g. (gua par) RS Giuseppe La Ianca.

Evento

Alcuni momenti dell'evento

Evento Evento Evento Evento

 

Legnago 4 novembre 2019.

Lunedì 04 novembre si è celebrata presso la Caserma "Donato Briscese" in Legnago la festa dell'Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate.
In una cornice gremita di pubblico e scolaresche (circa 1200 studenti) provenienti da diversi comuni del basso veronese, gli uomini e le donne dell'8° Reggimento Guastatoti Paracadutisti "Folgore" hanno commemorato solennemente i caduti di tutti le guerre e delle più recenti missioni internazionali.
Nel corso della mattinata gli ospiti hanno potuto visitare gli spazi della caserma allestiti per l'occasione con mezzi, attrezzature ed equipaggiamenti in dotazione al reparto con i quali l'unità è in grado di esprimere al meglio le capacità operative dell' Esercito Italiano.

Magg. g. (gua par) RS Giuseppe La Ianca
.


Evento

mostra di attrezzature ed equipaggiamenti

8° rgt guastatori del genio 8° rgt guastatori del genio 8° rgt guastatori del genio 8° rgt guastatori del genio 8° rgt guastatori del genio 8° rgt guastatori del genio 8° rgt guastatori del genio 8° rgt guastatori del genio

3° rgt trasmissioni - btg "Gennargentu"

 

Il giorno 20 Settembre 2019 a Cagliari ha avuto luogo la Cerimonia di avvicendamento al C.do del Battaglione Trasmissioni " Gennargentu" tra il T.Col. Mauro MARONGIU (cedente) ed il T.Col. Enrico FERRANDU (subentrante). Ha presenziato l'evento il C.te del 3° Reggimento Trasmissioni Col. Fabio FULVI. Negli spazi interni della Caserma Riva Villasanta in Cagliari, oltre al Reparto schierato, erano convenute rappresentanze dei Comandi ed Enti della città e delle Associazioni Combattentistiche e d'Arma.

Presidente Anget Sardegna - Mauro Piretti.

 


Cambio comandante Cambio comandante

11° rgt trasmissioni

 

Civitavecchia, 18 ottobre 2019.

Presieduta dal Comandante delle Trasmissioni dell’Esercito, Generale di Brigata Stefano Francesconi, ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento al comando dell'11° Reggimento Trasmissioni, tra il Colonnello Pasquale Guarino, cedente, e il parigrado Francesco Modesto, subentrante.

Alla presenza dei Gonfaloni delle città di Civitavecchia, di Leonessa (RI) e di Vermiglio (TN), dei labari delle Associazioni combattentistiche e d’Arma e di numerose autorità civili, militari e religiose, è stato rinnovato dopo 43 anni il drappo della Bandiera di Guerra del reggimento, decorata di una Croce d’Oro e di una Croce d’Argento al Merito dell’Esercito.
Per l'ANGET erano presenti il presidente nazionale Gen. C.A. Carlo Mittoni , il vice presidente nazionale Col.Nicolino Pallotta, il presidente della sezione di Civitavecchia Salvatore Russo, il vice presidente Maurizio Bacchini, il consigliere Francesco Raucci e i soci Angelo Pacifici, Domenico Luordo, Gianni Suglia e Pietro Caracciolo.

 

Cambio comandante

Il Col. Francesco Modesto, subentrante (a sx) e il Col. Pasquale Guarino, cedente (a dx)


32° rgt trasmissioni - Battaglione "Frejus"

 

Dopo un anno al Battaglione Trasmissioni “Frejus” il Ten.Col.t.(tlm) Giuseppe Amodio ha ceduto il comando al Ten.Col. Federico De Paolis.
La cerimonia si è tenuta presso la storica Caserma T. Morelli di Popolo, costruita tra il 1905 e il 1910, ove il Battaglione è ospitato.
Genieri e Trasmettitori della Sez.”Pietro Micca” di Torino erano presenti con il Labaro, il Delegato Regionale ed il Presidente.
L ’ANGET, sez. “Pietro Micca”, ringrazia per il gradito invito e l’ospitalità il Ten.Col. Giuseppe Amodio, per l’opera di collegamento con l’Associazione il Primo L.T. Francesco Zappalà. Al Ten.Col. Federico De Paolis, nuovo Comandante del Battaglione Trasmissioni “Frejus”, la Sezione porge vive congratulazioni per il nuovo incarico e auguri di buon lavoro.

Nelle immagini: (1) Lo schieramento - (2) Cartolina dei primi del 900, della Caserma. - (4) ST. Alberto Corbelletti, Delegato Reg.Avv.Mauro Rubat Ors, M.ll.A.Calogero Favata, Prof.Luigi Gianotti, Presidente Bruno Neirotti e M.llo C. Nicola Vorrasi con il Labaro. - (5) Il Prof.Luigi Gianotti, il M.llo A. Calogero Favata, il Deleg.Reg. Avv. Mauro Rubat Ors, il Ten.Col.Giuseppe Amodio,il M.llo.C.Nicola Vorrasi con il Labaro, il Presidente Bruno Neirotti e il ST. Alberto Corbelletti. - (6) L’ A.N.G.E.T. con il Comandante del Reggimento Trasmissioni “Frejus” Col. Mauro Nigri. - (7) Il Col. Mauro Nigri ringrazia l’A.N.G.E.T. Sez. “Pietro Micca” per la partecipazione. - (8) L’attivissimo Gen. Giuliano Laghi.

 

Predisposizione

Alcuni momenti della cerimonia

Cerimonia Cerimonia Cerimonia Cerimonia Cerimonia Cerimonia Cerimonia

46° rgt trasmissioni - battaglione "Vulture"

 

Nocera Inferiore (SA), 31 ottobre 2019.

Ha avuto luogo nella sala multimediale della caserma “Raffaele Libroia” di Nocera Inferiore, la cerimonia di avvicendamento al comando del battaglione trasmissioni “Vulture”, tra il Tenente Colonnello Giuseppe Ingicco, cedente, ed il Tenente Colonnello Michele De Palma, subentrante.

La cerimonia è stata presieduta dal Comandante del 46° reggimento trasmissioni, Colonnello Franco Culeddu, in qualità di comando sovraordinato, ed ha visto la partecipazione di diverse Autorità civili e militari della città di Nocera Inferiore e del comprensorio.

Il Tenente Colonnello De Palma, subentrato in comando, ha frequentato il 179° Corso dell’Accademia Militare e proviene dal 46° reggimento trasmissioni in Palermo, dove ha rivestito l’incarico di Capo Ufficio Operazioni Addestramento e Informazioni.

Il Tenente Colonnello Giuseppe Ingicco, appartenente al 177° corso dell’Accademia Militare, andrà a ricoprire un prestigioso incarico presso la Divisione "Acqui" in Capua.

 

46° rgt trasmissioni Vulture

Il C.te del 46° Rgt. t., i C.ti cedente e subentrante e i Su. di Corpo

46° rgt trasmissioni Vulture 46° rgt trasmissioni Vulture 46° rgt trasmissioni Vulture 46° rgt trasmissioni Vulture

Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione

 

Torino, 25 settembre 2019.

Si è svolta nell’Aula Magna di Palazzo Arsenale, la cerimonia di consegna delle pergamene di laurea triennale interateneo in Scienze Strategiche e Militari a settantuno Ufficiali del 198° corso “Saldezza” ed alcuni studenti civili. I neo laureati hanno così completato il loro primo traguardo universitario presso il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito di Torino. L’evento ha visto gli interventi del Comandante per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, Generale di Divisione Salvatore Cuoci; dei delegati dei Rettori delle Università di Torino, e di Modena e Reggio Emilia, rispettivamente il Prof. Marino Badiale ed il Prof. Vincenzo Pacillo; del Presidente della Commissione di Laurea il Prof. Luigi Foffani; e del Presidente della Scuola Universitaria Interdipartimentale in Scienze Strategiche (SUISS) Prof. Edoardo Greppi.
La cerimonia è stato il primo di una serie di eventi universitari dell’anno accademico 2019/20, che vedono la perfetta cooperazione sinergica tra il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito e la Scuola Universitaria Interdipartimentale in Scienze Strategiche (SUISS), il tutto nell’assidua ricerca di una matrice formativa sempre più internazionale, pronta ad attrarre un sempre maggiore numero di studenti militari e civili.

Comunicato stampa.

 


Evento lauree

Il gruppo di neolaureati, docenti e autorità

Evento lauree Evento lauree Evento lauree

 

Torino, 18 ottobre 2019.

A Palazzo Arsenale, sede del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, gli ufficiali del 14° corso dell’Accademia Militare hanno celebrato i sessant’anni trascorsi dalla nomina a Sottotenente. Accompagnati dai propri familiari, con la commozione e l’orgoglio di chi a distanza di tanti anni ritorna nei luoghi dai quali ha mosso i primi passi di una vita dedicata al Paese, gli ufficiali del 14° hanno partecipato a un serrato programma di iniziative. Dopo il saluto del comandante della Scuola, Gen.D. Salvatore Cuoci, e la Santa Messa officiata dal Cappellano militare, i partecipanti hanno visitato le sale di Palazzo Arsenale. Particolarmente toccanti gli onori ai caduti con la deposizione di una corona d’alloro, circostanza nella quale sono stati ricordati anche gli ufficiali del 14° “andati avanti”. La firma dell’albo d’onore dinanzi alla Bandiera d’Istituto ha consentito ai presenti di ricordare i valori supremi che quotidianamente ispirano i soldati in armi e in congedo nell’assolvimento dei propri compiti. A suggellare il profondo significato di una giornata trascorsa non soltanto all’insegna dei ricordi, la presenza di numerosi ufficiali del 199° corso, da pochi giorni giunti alla Scuola di Applicazione.

Comunicato stampa.

Evento Evento Evento Evento

Alcuni momenti dell'evento.

 

Roma, 31 ottobre 2019.

Si è svolta, al Quirinale, alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la cerimonia di consegna delle decorazioni dell'Ordine Militare d'Italia, conferite nell'anno 2019, in occasione della ricorrenza del Giorno dell'Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate.

Il Capo dello Stato coadiuvato dal ministro Guerini, cancelliere dell'OMI, ha consegnato le decorazioni agli insigniti tra cui il generale di Divisione Salvatore Cuoci, comandante del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione di Torino.

Erano presenti il presidente della Corte Costituzionale, Giorgio Lattanzi, la vice presidente della Camera dei Deputati, Mara Carfagna, il senatore Antonio De Poli, questore del Senato della Repubblica, il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Enzo Vecciarelli, i componenti del Consiglio dell'Ordine Militare d'Italia e autorità civili e militari.

Prima della cerimonia il presidente Mattarella ha incontrato una rappresentanza di allievi degli istituti di formazione militare.

Comunicato stampa.

Un momento della cerimonia Un momento della cerimonia Un momento della cerimonia Un momento della cerimonia

Alcuni momenti dell'evento.


4° reggimento genio guastatori

 

Centuripe, 10 ottobre 2019.

In Contrada Fichi d’India nel Comune di Centuripe (EN) è stato rinvenuto un ordigno bellico inesploso, identificato come un proietto d’artiglieria da 88 mm. di nazionalità inglese risalente all’ultimo conflitto mondiale
Su richiesta della Prefettura di Enna sono intervenuti sul posto i militari del 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo, alle dipendenze della Brigata Aosta, specializzati nella bonifica di ordigni esplosivi, che hanno provveduto prima alla rimozione e poi alla distruzione dell’ordigno in una cava sita in Contrada Paportello, sempre nel comune di Centuripe.
Le operazioni di bonifica si sono svolte nella massima sicurezza grazie anche alla presenza di personale sanitario del Corpo Militare della Croce Rossa di Catania.

Ten. Col. Francesco Diati

Predisposizione

Il proietto inesploso.

Monreale, 17/10/2019.

Nel bosco Ficuzza in territorio del comune di Monreale (PA) è stato rinvenuto un ordigno bellico inesploso, identificato come un proietto d’artiglieria da 100 mm. di nazionalità italiana risalente all’ultimo conflitto mondiale
Su richiesta della locale Prefettura sono intervenuti sul posto i militari del 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo, alle dipendenze della Brigata Aosta, specializzati nella bonifica di ordigni esplosivi, che hanno provveduto prima alla rimozione e poi alla distruzione dell’ordigno.
Le operazioni di bonifica si sono svolte in una cornice di sicurezza grazie anche alla presenza di personale sanitario della Croce Rossa di Corleone e di personale del Corpo Forestale di Ficuzza.

Ten. Col. Francesco Diati

Predisposizione

Il proietto inesploso.

Paternò, 18/10/2019.

In provincia di Catania nel comune di Paternò sono state rinvenute 4 granate d’artiglieria da 88 mm. di nazionalità inglese risalenti all’ultimo conflitto mondiale, i residuati bellici erano ancora dotati di spoletta ed in un pessimo stato di conservazione. Gli ordigni si trovavano parzialmente interrati in un canale di gronda lungo la strada provinciale 24 che attraversa il comune di Paternò. Su richiesta della locale Prefettura sono intervenuti sul posto i militari del 4° Reggimento genio guastatori di Palermo, alle dipendenze della Brigata Aosta, specializzati nella bonifica di ordigni esplosivi, che hanno provveduto prima alla rimozione e poi alla distruzione delle granate. Le operazioni di bonifica si sono svolte in una cornice di sicurezza grazie anche alla presenza di personale sanitario del Corpo Militare della Croce Rossa di Catania e di personale della stazione carabinieri di Paternò.

Ten. Col. Francesco Diati

4° rgt genio guastatori 4° rgt genio guastatori

I proietti inesplosi.


Reggimento genio ferrovieri

 

Si è conclusa l'esercitazione "ARGO 19" guidata dal Comando Genio e condotta dal dipendente Reggimento Genio Ferrovieri.
All’evento hanno assistito il Generale di Corpo d'Armata Giuseppenicola TOTA, Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, il Generale di Brigata Francesco BINDI, Comandante del Genio, oltre a diverse autorità quali il Vice Sindaco di Castel Maggiore Luca De Paoli, referenti dell’Azienda di trasporto ferroviario della Dinazzano Po, dei Trasporti Passeggeri Emilia Romagna, Ferrovie Emilia Romagna, Rete Ferroviaria Italiana e circa ottanta studenti e docenti della Scuola Primaria “Padre Marella” di Bologna.
L’esercitazione "ARGO 19" è un’attività addestrativa affiliata all’esercitazione “ATLANTE 2019” del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto di Verona ed è la prosecuzione dell’esercitazione “EAGLE METEOR 19”, svolta dal NATO Rapid Deployable Corps (NRDC-ITA) di Solbiate Olona (VA) che coinvolge più esercitazioni di Comandi ed Unità dell'Esercito che operano nell'ambito dello stesso scenario esercitativo e con lo stesso sistema di Comando e Controllo per permettere di testare procedure operative comuni.
In particolare, il Genio Ferrovieri ha avuto il compito di effettuare attività di specialità, quali la gestione di uno scalo merci e il ripristino/potenziamento di una linea ferroviaria al fine di garantire i rifornimenti alle unità schierate in zona d’operazione, gestire la circolazione dei convogli sulla linea ferroviaria, il ripristino di un tratto di rotabile nonché un disinnesco di un ordigno da parte di un nucleo CMD (Conventional Munition Disposal). Addestramento mirato, quindi, a perfezionare le capacità di risposta e affinare le procedure di coordinamento. La condotta dell’esercitazione ha focalizzato le capacità operative in un contesto di supporto generale alla mobilità e allo schieramento e ha permesso di verificare il grado di preparazione raggiunto nella condotta di operazioni complesse di tipo pluriarma, comprendendo la capacità della F.A. di cooperare con altri operatori civili nella gestione delle emergenze.

Maggiore Franco FALASCA

Reggimento ferrovieri

Lavori ferroviari.

 

Castel Maggiore, 17 novembre 2019.

Nella tarda mattinata, su richiesta della Prefettura di Bologna, l’Esercito è stato chiamato ad intervenire con aliquote specializzate del Reggimento Genio Ferrovieri al fine di effettuare operazioni di contenimento dello scolmatore del canale Ghisigliera nei pressi del fiume Reno nel comune di Castel Maggiore e scongiurare eventuali esondazioni.

I mezzi messi in campo dall'Esercito sono stati due assetti dotati di motopompe idrovore carrellate. In totale hanno operato 5 uomini, coordinati dalla sala situazione del Comando delle Forze Operative Nord di Padova.

Il personale dell’Esercito, grazie alle esperienze maturate nelle missioni all'estero e alle capacità di cooperare con gli altri operatori civili nella gestione delle emergenze è in grado d'intervenire, in ogni momento, a supporto della comunità.

In particolare, il Reggimento Genio Ferrovieri di stanza a Castel Maggiore (BO) e tutti i reparti del genio, omogeneamente distribuiti sul territorio nazionale, sono unità pregiate in caso di maltempo grazie a mezzi speciali quali escavatori cingolati, terne ruotate, autogrù, motopompe, torri di illuminazione, gruppi elettrogeni; equipaggiamenti particolarmente idonei nel ripristino della viabilità e negli interventi post alluvionali.

Maggiore Franco FALASCA

Reggimento ferrovieri Reggimento ferrovieri

Reggimento ferrovieri

Le operazioni di contenimento dello scolmatore sul Reno.


Raduni


Raduno del 102° corso AUC del Genio.

 

Gli allievi del 102° corso AUC della ex Scuola del Genio (gennaio 1981) si sono incontrati in un raduno “di mezzo termine” in attesa di quello quarantennale che si terrà, molto probabilmente, a Roma tra due anni.
Sono così tornati a festeggiare in allegria la loro grande, lunga, solida e bellissima Amicizia supportata da contatti, pressoché giornalieri, tramite il loro gruppo WhatsApp e grazie all’impegno e alla dedizione di Maurizio Degiani, capo corso particolarmente stimato da tutti, da sempre.
Gli ex allievi si sono incontrati nella suggestiva Maremma, a Montemerano, nel fine settimana del 19 e 20 ottobre.
L'evento "clou" del raduno è stato, ovviamente, l'incontro conviviale, organizzato mirabilmente da Leo Brugi e dal Capo corso, in un ristorante del luogo, per la sera di sabato 19 ottobre.
La domenica, il gruppo ha visitato Montemerano, Pitigliano, Sovana e le Terme di Saturnia.
L’incontro è stato un pieno successo grazie anche alla grande partecipazione delle consorti che, si auspica, si ripeta nei prossimi raduni. Le signore hanno assistito divertite agli incontri tra gli ex allievi che, talvolta, facevano fatica a riconoscersi, ai racconti di aneddoti e storie “amarcord” e alla proiezione di diapositive del tempo andato.

Invitato d'eccezione al raduno, il Gen. Michele D'Isola, per la stima e l'amicizia che il corso ancora nutre per lui e in rappresentanza degli insegnanti e istruttori che si avvicendarono durante il corso alla Scuola del Genio. Il Gen. Michele D'Isola, nel grado di Tenente è stato istruttore teorico e pratico di "Ponti militari".
Un arrivederci tra due anni a tutti gli allievi del 102°.

.

Pagina dedicata: Raduno 102° AUC della Scuola del Genio.

La redazione ANGET

 


102° corso AUC genio 102° corso AUC genio

Il gruppo di radunisti.




Avvisi



Rubriche


Incarichi associativi.

Comunicazioni pervenute da:

-

Notizie liete.

Comunicazioni pervenute da:

- Bassano del Grappa (90° anniversario)

- Padova (Nozze d'oro)

Nuovi iscritti.

Comunicazioni pervenute da:

-

Onorificenze e promozioni.

Comunicazioni pervenute da:

-

Ci hanno lasciato.

Comunicazioni pervenute da:

- Firenze

- Vicenza


Torna in cima